Menu
· Home
· ABBONAMENTI
· Cerca
· Contatti
· Copertine
· Corsi programmati ed eventi
· Demo
· FAQ
· Login
· Sezioni

Login
Nickname

Password

Security Code: Security Code
Type Security Code


CORSI COLLETTIVI
Giugno 2017
  1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

ARTE FUNEBRE
BOUQUET DA SPOSA
GRANDI AMBIENTI
PRANZO DI NOZZE
TECNICA DI BASE
VARI EVENTI
VARI MONOGRAFICI
WEDDING PLANNER

I nostri corsi specialistici

Scuola d'Arte Floreale nuova sede corsi per fioristi e wedding planner in Piemonte, Borgosesia, Biella, Vercelli, Novara, Torino

Bouquet da sposa particolari con le relative acconciature floreali. Milano (Italia)/Particular bridal bouquet and floral hairstyles. Milan (Italy)

Fotoritocco per l'elaborazione virtuale degli addobbi per matrimonio: chiese, sale comunali, ville, ristoranti, buffet, giardini. Strategie di addobbo per gli allestimenti di nozze.

Arte funeraria. Fiori per onoranze funebri. Corona funebre, cuscino funerario, cuore, cofano o copricassa, mezzo cofano, cesto, urna. Composizioni funerarie nei vari stili floreali. Scuola e corsi di formazione fioristi per servizi di pompe funebri. Milano (Italia)/Floral design courses. Sympathy flowers and floral tributes arrangements. Learn how to create coffin sprays, easel sprays, traditional posies,  hearts, long lasting baskets, bouquets, pillows, cushions, standing sprays, casket sprays, half casket sprays, urn flowers. Milan (Italy)


Classificazione dei vegetali




Pagina: 1/6


La disponibilità di fiori freschi e foglie durante l'arco dell'anno è veramente vasta per chi vuole dedicarsi alla composizione floreale. I materiali adatti si possono trovare presso grossisti e venditori al dettaglio, vivaisti, nel proprio giardino (per chi ha la passione di coltivarli) e perfino nelle piante da appartamento. Che siano tipi comuni di vegetali oppure di qualità particolari per forma, colore, linea, ecc., chi è appassionato di arte floreale avrà sempre una spiccata attitudine a cogliere intorno a sé le potenzialità che un vegetale ha in sé per realizzare una nuova idea o per completare un lavoro già iniziato. Non solo, ma acquistando esperienza si proverà gusto a sperimentare sempre nuovi materiali e a creare personali tipi di composizioni.
La soddisfazione in questo campo sta proprio, fra l'altro, nel realizzare nuovi generi di design con materiali usuali e sperimentati tanto quanto nel combinare materiali mai prima usati e scoprirne così le potenzialità.

Poiché nella vendita al dettaglio sono prevalentemente rappresentati solo alcuni tipi di fiori sperimentati per la loro reperibilità e durata e per la forte richiesta da parte dei consumatori, si potrebbe pensare che il mercato offra poca scelta: in realtà offre una vasta scelta, sopratutto durante il periodo di fioritura stagionale. Ugualmente vi sono materiali facilmente coltivabili nel giardino di casa ma che non si trovano in commercio per via dei costi di produzione o della conservabilità.
Nel realizzare una composizione floreale, sia essa destinata alla commercializzazione o ad uso personale, la scelta di fiori e fogliami sarà dettata dalla reperibilità stagionale dei materiali, dal tipo e dalla dimensione della composizione, dalla qualità dei materiali impiegati, dal costo totale del lavoro ultimato.

Al di là del suo genere botanico attraverso il quale può essere classificato, ogni fiore esprime un preciso carattere connaturato alla propria forma e al modo di crescita in natura, ed è questa forma che dobbiamo individuare per sfruttare al meglio le potenzialità di quel fiore in composizione con altri elementi vegetali.
Una distinzione di fondo è tra fiori di forma attiva e fiori di forma passiva.

La forma attiva è caratterizzata da stazione eretta, andamento ascendente, tensione verso l'alto, slancio verticale, espressione di vitalità.
La forma passiva è caratterizzata da andamento discendente, caduta verso il basso, rilassamento, morbidezza, flessuosità, espressione di decadenza.

La conoscenza delle forme semplici dei fiori (ossia la loro definizione schematica) è indispensabile per creare i giusti accostamenti all'interno di una composizione in modo che essa abbia un'apparenza armonica.
Come tutti gli schemi anche questa classificazione è però solo un comodo riferimento didattico che va comunque interpretato con intelligenza.
Può darsi che un fiore ancora in boccio abbia una determinata forma e quando è sbocciato ne assuma una diversa come nel caso dell'Iris: mentre è in boccio ha la forma a spiga, quando è in piena fioritura diventa multidirezionale. Oppure può darsi che un fiore visto frontalmente abbia una certa sagoma completamente diversa da quella vista di profilo, come nel caso della Gerbera. Addirittura uno stesso fiore, essiccato, può cambiare notevolmente forma.
Prestando attenzione a questi particolari svilupperemo una capacità di selezione dei fiori dettata non astrattamente dalla loro forma ma dall'espressività del fiore nel suo ciclo vitale. Le sensazioni che i fiori ci comunicano sono talmente uniche e individuali da poter affermare che sono essi stessi a fare la composizione appellandosi alla nostra senbilità artistica e alla nostra abilità tecnica.

Gladiolus (Gladiolo)

forma a spiga

A spiga. Esprime spinta ascendente, tanto più forte quanto ha meno ramificazioni laterali. Ha carattere ambizioso ed emergente, perciò si esprime anche se ha poco spazio a disposizione come il Gladiolus (Gladiolo) in figura. Altri esempi: Delphinium, , Antirrhinum Majus (Bocca di leone), Triticum.
Liatris spicata forma rigida Rigida. Forma eretta senza interruzioni con forte spinta ascendente. Ha carattere deciso, perciò ha maggior rilievo se accompagnata da pochi elementi posti in contrasto con essa, come la Liatris spicata in figura. Altri esempi: Typha.
Lilium (Giglio) forma multidirezionale Multidirezionale. La spinta verso l'alto è frenata dal fatto che lo stelo principale ha tante ramificazioni laterali o dall'inflorescenza che si espande in varie direzioni. Poiché crea confusione ed ha carattere predominante, tende ad annullare ciò che ha intorno: ha bisogno perciò di spazio per esprimersi. Un esempio il Lilium (Giglio) in figura. Altri esempi: Chrysanthemum morifolium (Crisantemo), Avena.
Gypsophila paniculata (Velo da sposa) forma spezzettata Spezzettata. Ha poca spinta verso l'alto in quanto presenta numerose diramazioni che rispetto allo stelo principale hanno angolazioni accentuate ed irregolari. Crea confusione, ha carattere eccentrico e predominante sugli altri elementi circostanti tendendo ad annullarli: necessita perciò di molto spazio per esprimersi, come la Gypsophila paniculata (Velo da sposa) in figura.Altri esempi: Acacia dealbata (Mimosa).
Corylus avellana (Nocciolo contorto) forma contorta Contorta. Ramo con andamento tortuoso e sinuoso. Ha carattere estroso e predominante ed ha bisogno di molto spazio per esprimersi, come il Corylus avellana (Nocciolo contorto). Altri esempi: Liana, Salix matsudana (Salice contorto).

id2






Prossima Pagina (2/6) Prossima Pagina


Content ©


Copyright © 2004-2017 Fiorista Italiano. Tutti i diritti sono riservati. P.I.: 11422390150
Visione ottimale in Internet Explorer risoluzione 800x600 - carattere medio

Webdesign: Gikiweb